Sapevi che, se lavori in un ambiente stressante, la fluorite può aiutarti a contenere i danni fisici legati allo stress? E sapevi che il cristallo di rocca può aumentare la tua energia, mentre la calcedonia ti dona creatività? Sapevi che pietre e cristalli come questi possono essere usati per superare particolari situazioni di difficoltà?

Non è fantasia, ma una disciplina olistica molto precisa e legata a queste pietre dai nomi tanto strani e dalle proprietà tanto utili. La cristalloterapia può essere la chiave per aiutarci a superare i propri blocchi fisici o psichici, aumentare le nostre risorse e addirittura tenere lontane le malattie. Inoltre, pietre e cristalli scelti con cura possono svolgere l’importante compito di pulire l’aura, cioè influenzare positivamente le energie sottili della persona che li possiede.

Come e perché accade questo? Prima di tutto, pietre e cristalli provengono dal profondo della terra e sono portatori di proprie energie magnetiche, che interagiscono con quelle emanate dal nostro corpo. La parola “cristalloterapia” non deve ingannare: non si tratta di una cura per i problemi e le malattie già esistenti e manifesti in forma grave, ma piuttosto di una forma di protezione che aiuta a evitarli o a diminuirne l’intensità. Il contatto con le pietre giuste al momento e nel modo giusto aiuta insomma a rafforzare le nostre difese e a creare un’aura più solida attorno a noi.

Le pietre e i cristalli dotati di un potere sono innumerevoli, tanto che si può scegliere in modo molto preciso a quale desideriamo accompagnarci. Esistono minerali molto belli, adatti a trasformarsi in orecchini o collane, e altri più pesanti e grezzi che portano con sé l’energia profonda del centro della Terra. Le pietre possono, quindi, essere posizionate in casa o sul luogo di lavoro o anche indossate.

È possibile porre domande specifiche alle pietre, entrando in contatto con il loro Genio, oppure utilizzarle nella meditazione. Le pietre si utilizzano anche nei massaggi e nella pratica dello yoga, perché la loro energia le lega ai chackra del corpo. Per persone che hanno problemi specifici e definiti, è utile portare sempre con sé l’elemento specifico, ma si possono anche combinare tra loro energie di cristalli diversi.

La scelta della pietra è la parte più importante del processo. Puoi rivolgerti a un consulente esperto in cristalloterapia, oppure individuare i tuoi problemi principali nel corso di una meditazione accurata con te stesso. Anche ricorrere a un astrologo o a un cartomante può essere utile prima di scegliere la pietra che fa per te, perché questi esperti sapranno fornirti un’analisi coerente della tua situazione e potrai regolarti di conseguenza.

Alcune persone preferiscono, invece, scegliere le pietre secondo un’ottica intuitiva. Anche questa può essere un’ottima idea. Recarti in un negozio specializzato in cristalli e scegliere sulla base della tua attrazione inconscia verso una pietra può portarti a scoprire un alleato interessante, del quale non sapevi di avere bisogno; a patto che la scelta sia davvero guidata dall’istinto, anziché dagli occhi. Non pensare a cosa ti piacerebbe indossare o al tuo colore preferito: sentire l’energia delle pietre è ben altro e non si può sentire razionalmente ma con il cuore.